Entra en el nostro mondo 
Progettiamo oggetti pensando alla felicità e al benessere delle persone che saranno in contatto con loro. Crediamo in un design onesto, vicino e sostenibile.
La nostra storia

1940

Non c'è una storia interessante senza un inizio curioso, e la nostra è una pila.

Anni ‘40

 Il business delle batterie sarà presto completato dalla commercializzazione di lampade flexo.

Anni ‘50

Il grande successo della vendita di lampade flessibili lo porta a fondare, nel 1951, LOREFAR. 

Anni ‘70

Il coraggio e la voglia di fare imprenditoria si trasmette da padre a figlio.

Anni 80

Dopo un’epoca difficile a livello mondiale, Carlos López Orejudo decide di rischiare.

Anni ‘90

Nel 1991 iniziano le prime esportazioni verso il mercato francese, che si rivelano un grande successo.

Anni 2000

L’azienda cambia di rotta, per poter realizzare la differenziazione della marca.

2007

L’azienda approfitta della sua crescita per professionalizzarsi.

2011

La compagnia acquista uno dei marchi per l’illuminazione tra i più emblematici, BioscaBotey.

2015

Faro Barcelona sperimenta un'evoluzione che le permette di reinventarsi.

2019

La marca è presente in più di 110 paesi nel mondo.

Hook

Hook rappresenta il nostro impegno verso l’ambiente e la società

1940

Non c'è una storia interessante senza un inizio curioso, e la nostra è una pila.

Non ci sono storie interessanti senza un inizio curioso, e nel nostro caso è rappresentato da una pila. Sì, hai letto bene, una pila. Carlos López López, un uomo tenace e di umili origini, inizia la sua attività vendendo pile della marca Jupiter in un negozio di soli 10 metri quadrati nella Barcellona degli anni ‘40.

Anni ‘40

 Il business delle batterie sarà presto completato dalla commercializzazione di lampade flexo.

 Il negozio di pile presto viene integrato dalla commercializzazione di lampade flessibili per aiutare un amico, specialista nel montaggio di queste lampade da scrivania. Il lavoro del nostro fondatore consisteva nel fotografare i modelli e viaggiare per l’intera Spagna per venderli. Il suo carisma ha fatto sì che questa attività rapidamente si convertisse nella sua principale fonte di ingresso.

Anni ‘50

Il grande successo della vendita di lampade flessibili lo porta a fondare, nel 1951, LOREFAR. 

Il grande successo della vendita di lampade flessibili lo porta a fondare, nel 1951, LOREFAR.  Le prime lettere del suo cognome, Lopez, e di quello di sua moglie, Orejudo, insieme alla parola Faro, compongono il nome dell’impresa familiare.

Anni ‘70

Il coraggio e la voglia di fare imprenditoria si trasmette da padre a figlio.

Il coraggio e la voglia di fare imprenditoria si trasmette da padre a figlio ed è negli anni ‘70 che Carlos Lopez Orejudo, il figlio più piccolo della famiglia, entra a far parte dell’impresa, con il miglior consiglio di suo padre sempre in mente: lavorare con coraggio e non arrendersi mai.

Anni 80

Dopo un’epoca difficile a livello mondiale, Carlos López Orejudo decide di rischiare.

Dopo un’epoca difficile a livello mondiale, e una grave crisi in Spagna, l’azienda soffre un grave periodo di recessione. Nonostante ciò, Carlos López Orejudo ricorda il consiglio di suo padre e decide di rischiare. Si imbarca su un volo con destinazione Hong Kong con l’unico obiettivo di dare slancio all’impresa ampliando l’offerta di prodotti. In questo modo, riesce a rafforzare l’azienda: Faro diventa il primo importatore di ventilatori da soffitto in Spagna.

Durante questa nuova tappa, l’impresa continua a crescere e si converte nel maggior riferimento per l’illuminazione e la ventilazione del paese.

Anni ‘90

Nel 1991 iniziano le prime esportazioni verso il mercato francese, che si rivelano un grande successo.

Nel 1991 Carlos Martí, amico intimo di Carlos Lopez Orejudo, entra a far parte di  Faro in qualità di Direttore Generale e avvia brillantemente le prime esportazioni verso il mercato francese. L’azienda allarga così i suoi orizzonti e si sposta in un edificio più grande, di 1200m2 a Santa Eulalia e conta già con il supporto di 12 lavoratori. Sfortunatamente, dopo poco tempo, Carlos Martí muore repentinamente, e gli succede Xavier Martín Conillas, sempre in qualità di Direttore Generale.

Anni 2000

L’azienda cambia di rotta, per poter realizzare la differenziazione della marca.

Xavier Martín dà inizio ad un importante cambio di rotta per l’azienda, con il fine di realizzare la differenziazione della marca. La sua visione trasforma Faro da importatore a disegnatore di modelli propri, aggregando valore con la creatività e la qualità del design. Inoltre, potenzia l’espansione internazionale, con le prime esportazioni in Italia e in altri paesi europei.

2007

L’azienda approfitta della sua crescita per professionalizzarsi.

Nel 2007 l’azienda approfitta della sua crescita per professionalizzarsi. Il trasferimento ad uno stabilimento industriale con più di 10.000m2 di magazzino e più di 2.000m2 di uffici e lo spazio espositivo a Castellbisbal, rappresentano la base ideale per una nuova tappa di espansione. Il team di lavoro conta, a questo punto, con più di 60 professionisti di diverse aree.

2011

La compagnia acquista uno dei marchi per l’illuminazione tra i più emblematici, BioscaBotey.

L’anno 2011 si trasforma in un uragano di emozioni. L’acquisto di uno dei marchi per l’illuminazione tra i più emblematici e tradizionali della Catalogna, BioscaBotey, permette a Faro Barcelona di avvicinarsi sempre più al cliente finale e a creare sinergie che ampliano e migliorano la sua attività.

2015

Faro Barcelona sperimenta un'evoluzione che le permette di reinventarsi.

Faro Barcelona sperimenta un’evoluzione e una crescita così rilevanti che la marca stessa ha bisogno di reinventarsi. La nuova immagine vuole, quindi, esprimere meglio l’identità attuale: dinamismo, freschezza, vicinanza, creatività e benessere.

2019

La marca è presente in più di 110 paesi nel mondo.

Attualmente, il team di Faro Barcelona è formato da più di 100 persone entusiaste, e la marca è presente in più di 110 paesi in tutto il mondo. Sono davvero tanti, ormai, i premi ricevuti negli ultimi anni, includendo due Red Dot Award, un IF Design Award, tre German Design Award e un Green Product Award, tra gli altri. La marca è presente inoltre in diversi showroom ubicati nelle più importanti città, come  Madrid, Barcellona, Milano, Londra e Tokio. 

Hook

Hook rappresenta il nostro impegno verso l’ambiente e la società

Hook è l’anima della nostra marca. Un’iniziativa che rappresenta perfettamente il nostro impegno verso l’ambiente e la società. Fabbricata in Spagna, è fatta con tappi di bottiglie riciclate, ed è, a sua volta, totalmente riciclabile. Il suo design ecologico riduce di un 70% l’impatto sull’ambiente e contribuisce all’inclusione sociale, essendo fabbricata da persone differentemente abili della Fondazione El Maresme. Infine, ma non meno importante, con la vendita di un modello di Hook, viene alimentato un bambino in Zambia durante un intero anno scolastico, grazie alla nostra collaborazione con la ONG Mary's Meals.

Sostenibilità

La maniera in cui agiamo, produciamo e disegniamo, definisce ciò che siamo e quanto ci impegniamo con le persone e il pianeta. La sostenibilità è uno dei valori che più ci rappresentano. Seguiamo un piano strategico di sviluppo che ci aiuta a migliorare, giorno dopo giorno, tutti i processi e le aree della compagnia. Il nostro obiettivo è quello di contribuire al miglioramento della qualità di vita delle persone e alla realizzazione di un mondo migliore.

Benvenuti nello Espacio Princesa!
Voglio entrare