InicioIlluminazione
Illuminazione: Informazioni tecniche e idee per innovare attraverso i tuoi progetti di architettura e DI arredamento

L'architettura e l'interior design sono due campi in continua evoluzione. Sebbene le basi siano intramontabili e fondamentali, come in qualsiasi altro settore, ci sono tendenze e nuove correnti o tecnologie che è importante conoscere per continuare a creare spazi innovativi, originali e sorprendenti, che siano allo stesso tempo pratici e funzionali.

 

L'illuminazione è proprio uno degli elementi fondamentali nell'architettura e nell'interior design per generare ambienti piacevoli e salutari, in quanto può creare effetti e mettere in risalto gli elementi strutturali e decorativi di qualsiasi spazio.

 

Per questo motivo gli studi di architettura e di interior design sono sempre aggiornati sulle ultime tendenze in materia di illuminazione, sulle tecniche di base e sui nuovi design per poter lavorare al meglio sui loro progetti e sorprendere i loro clienti. 

 

Se volete conoscere tutti i dettagli che possono fare la differenza nei vostri progetti attraverso l'illuminazione, siete nel posto giusto.

 

Tipi di illuminazione 

Esistono diversi modi per classificare l'illuminazione, a seconda della sua collocazione, funzione, design e installazione. In questo articolo li spiegheremo tutti, ma cominceremo a vedere come pianificare l'illuminazione in base al tipo di spazio.

Illuminazione interna
VISUALIZZA MODELLI
Illuminazione esterna
VISUALIZZA MODELLI

Illuminazione interna

L'illuminazione degli interni è importante non solo per vedere bene, ma anche per creare spazi belli che generino un senso di comfort e benessere, permettendo alle persone di sentirsi a proprio agio.

 

Per questo è fondamentale prendere in considerazione fattori come gli elementi e la loro distribuzione nell'ambiente e la funzionalità dello spazio, al fine di determinare l'intensità della luce da utilizzare, la temperatura di colore e il modo in cui verrà utilizzata. 

 

In definitiva, a definire l'illuminazione sarà l'attività che si svolgerà nello spazio.

 

Illuminazione dell'ufficio

 In un ufficio esistono diversi tipi di illuminazione:

  • Aree di lavoro: si deve scegliere un'illuminazione uniforme che generi una buona visibilità.
  • Aree di riposo: l'illuminazione d'accento o decorativa sarà utilizzata per evidenziare parti importanti come decorazione.

Illuminazione dei ristoranti

 Quando si parla di illuminazione nei ristoranti, ci sono tre aree importanti:

  • Illuminazione del bar
  • Illuminazione d'ambiente
  • Illuminazione dei tavoli 

Il bar è un punto del ristorante che deve attirare i clienti, quindi è necessario utilizzare un tipo d'illuminazione che possa incorniciare questo spazio.  L'illuminazione d'ambiente deve essere calda e morbida, per creare un'atmosfera rilassata e invitante. 

 

L'illuminazione dei tavoli, invece, deve essere sufficiente a illuminare i piatti, ma senza abbagliare i commensali.  È consigliabile considerare un'illuminazione versatile che eviti gli apparecchi a sospensione, perché di solito sono installati in punti fissi e se i tavoli vengono riposizionati per necessità, possono risultare fuori posto.

 

Illuminazione dell'hotel

Vediamo ora come illuminare gli hotel o i residence.

 

Partendo dalle aree comuni, i corridoi devono essere illuminati in modo "tranquillo". Si consigliano apparecchi asimmetrici con luce a filo pavimento posizionati a un'altezza ridotta. Questi apparecchi possono essere completati da luci di evidenziazione del numero di stanza.

Locali che hanno come scopo principale quello di creare un senso di benessere, ma che possono essere utilizzati anche come spazio di lavoro.

  • Illuminazione generale: si consigliano strisce LED a luce indiretta per proiettare una luce accogliente. 
  • Ai lati del letto: l'opzione migliore sono le applique con paralume in tessuto per creare un'atmosfera calda e piacevole. Se si vuole garantire una buona manutenzione, è meglio optare per un apparecchio "fisso", piuttosto che per una lampada da tavolo o a sospensione.
  • Luce da lettura: preferiamo i modelli da lettura, che forniscono una luce spot e di solito sono regolabili. In questo modo, la persona che la utilizza non disturba chi si trova dall'altra parte del letto.
  • Luce da lavoro: una buona lampada da tavolo che fornisce una buona luce può diventare anche un elemento decorativo.
  • Luce di segnalazione: dobbiamo tenere presente che gli ospiti non hanno familiarità con lo spazio e con il funzionamento della luce, quindi l'installazione di una luce di segnalazione con un interruttore a sensore renderà più facile raggiungere il bagno nel cuore della notte senza dover accendere la luce generale o trovare quella sul comodino. 
Apparecchi di superficie per interni
VISUALIZZA MODELLI
Apparecchi da tavolo a plafone per interni
VISUALIZZA MODELLI
Apparecchi a parete per interni
VISUALIZZA MODELLI
Apparecchi a plafone per interni
VISUALIZZA MODELLI

Illuminazione interna delle abitazioni

Le abitazioni combinano spesso diversi tipi di illuminazione: illuminazione generale, illuminazione spot, illuminazione fredda, illuminazione calda... Non solo l'illuminazione cambia a seconda delle stanze, ma anche diversi apparecchi (a incasso, a parete, a sospensione...) vengono combinati nelle stesse aree in modo da poter essere utilizzati in momenti diversi. 

 

Mentre aree come le camere da letto o il soggiorno tendono ad avere una luce calda e diffusa, altre parti della casa come la cucina o il bagno tendono ad avere una luce neutra, essendo una zona di lavoro. 

 

In breve, in quasi tutti gli spazi di una casa si combinano diversi tipi di apparecchi per fornire l'illuminazione perfetta per ogni momento ed esigenza della giornata. Per saperne di più sull'illuminazione domestica.

 

 

Illuminazione per il commercio al dettaglio

L'illuminazione è un elemento chiave nel settore del commercio al dettaglio, perché una corretta progettazione aiuta a trasmettere l'immagine del marchio e, soprattutto, aiuta i clienti a visualizzare gli articoli venduti nel negozio, come vestiti, mobili, gioielli, cosmetici, ecc.

 

Le diverse parti di un negozio, come il registratore di cassa, la vetrina o l'area di vendita, possono attirare molto di più l'attenzione se sono ben illuminate, e possono persino incoraggiare i clienti ad acquistare se l'illuminazione crea l'atmosfera giusta per attirare i consumatori. Per questo motivo, in questo settore esistono tre importanti tipi di illuminazione:

  • L'illuminazione decorativa, che contribuisce a creare un'atmosfera rilassata e di svago  
  • Illuminazione d'accento, per mettere in risalto determinati oggetti
  • Illuminazione generale, necessaria per creare un'atmosfera confortevole, che inviti i consumatori a entrare e a osservare bene i prodotti in vendita, i colori, le texture e le finiture. 

Nella vendita al dettaglio è particolarmente importante prestare attenzione al CRI o Colour Rendering Index. Questo valore misura la capacità di una sorgente luminosa di rendere i colori in modo fedele rispetto a una fonte naturale come il sole. Più il CRI è vicino a 100, più la resa dei colori è perfetta. 

Apparecchio da incasso a parete per interni
VISUALIZZA MODELLI
Apparecchio da incasso a soffitto per interni
VISUALIZZA MODELLI

Illuminazione esterna

L'illuminazione per esterni è quella che serve ad aumentare la visibilità all'esterno quando cala la notte e la luce naturale non è più sufficiente.  In questo senso, l'illuminazione degli spazi esterni aiuta a mantenere sicuri i passaggi, a orientarsi e a vedere correttamente gli ostacoli. 

 

Può anche contribuire a dissuadere i ladri, poiché una casa illuminata indica che è abitata. Quando si posizionano gli apparecchi di illuminazione all'esterno, è necessario utilizzare apparecchi con protezione contro l'acqua, l'umidità e altre inclemenze.

 

Questo fattore di protezione è misurato dall'IP o Indice di Protezione. Si tratta di un codice a due numeri, dove il primo si riferisce alla protezione contro elementi solidi e il secondo contro elementi liquidi. Esistono diversi tipi di IP a seconda della resistenza degli apparecchi alle inclemenze. A seconda del luogo di utilizzo degli apparecchi, sarà richiesto un IP o un altro.

 

Illuminazione dei giardini

Nei giardini è frequente l'uso di apparecchi d'accento per mettere in risalto alberi, arbusti e altri elementi decorativi. Questo tipo di illuminazione ornamentale è molto decorativa, in quanto utilizza la vegetazione e le texture per dare vita al giardino. 

 

Quando si illumina un giardino, è anche una buona idea utilizzare un'illuminazione segnaletica con apparecchi a parete, bitte o luci radenti per illuminare i sentieri e i passaggi del giardino. 

 

Si tratta di un'illuminazione a filo del terreno che ci permette di vedere dove stiamo camminando. Infine, l'illuminazione generale viene installata nelle aree in cui abbiamo bisogno di più luce, come le zone giorno, le aree pranzo all'aperto e i barbecue. 

 

Illuminazione delle terrazze

A causa della loro funzione, è possibile trovare alcune zone delle terrazze in cui l'illuminazione generale è combinata con un'illuminazione d'accento.

 

L'obiettivo è ottenere un buon risultato estetico per svolgere attività come leggere o mangiare con una visibilità sufficiente per farlo comodamente di notte. Maggiori informazioni sull'illuminazione delle terrazze.

 

Illuminazione della piscina

L'illuminazione di una piscina è senza dubbio il modo migliore per conferirle eleganza e ottenere uno spazio moderno in cui spiccano forme e colori. 

 

Per garantire la sicurezza dei bagnanti, gli apparecchi installati devono avere un grado di protezione IP68 (grado di protezione contro l'acqua e i corpi solidi), che indica che sono completamente protetti e preparati per un'immersione prolungata in acqua.

 

Se il fondo della piscina è bianco o blu, è necessaria un'illuminazione con una temperatura di colore compresa tra 4.000K e 4.500K.

 

Poiché l'acqua funge da riflettore per la luce, la sensazione di luminosità sarà molto maggiore con pochi apparecchi in piscina. È necessario prestare attenzione a questo aspetto per non ritrovarsi con una piscina troppo illuminata.

 

Di norma, è necessario un faretto per ogni 20 m2 di superficie d'acqua. Tuttavia, se l'interno della piscina è scuro, assorbirà più luce e avrà bisogno di più faretti.

Apparecchi a sospensione per interni
VISUALIZZA MODELLI
Proiettori ferroviari
VISUALIZZA MODELLI

Quanti tipi di apparecchi di illuminazione esistono?

Continuiamo con un altro tipo di classificazione. A seconda del design e del modo in cui viene installato, l'apparecchio può essere lineare, da incasso, a sospensione, ecc.

 

Che cos'è un apparecchio di illuminazione

 

Si parla generalmente di apparecchi di illuminazione quando ospitano una o più lampade e apparecchiature ausiliarie. Oltre a svolgere una funzione di protezione per la lampada, essi servono a riflettere o dirigere la luce.

 

Questi componenti assicurano che l'illuminazione non provochi sfarfallii, abbia una buona distribuzione e sia ben protetta da urti o da qualsiasi fattore esterno che possa influenzarla. A seconda del tipo di installazione o progettazione, possiamo trovare diversi tipi di apparecchi di illuminazione.

 

Tuttavia, il dispositivo racchiuso viene comunemente chiamato lampada. Nel linguaggio tecnico, la lampada è la fonte di luce, meglio conosciuta come "lampadina".

 

Apparecchio a plafone

 

Gli apparecchi a plafone vengono utilizzati quando non c'è spazio a soffitto per l'incasso. A questo proposito, sono solitamente più economici da installare, in quanto non richiedono la manipolazione di pareti o soffitti. Ne esistono due tipi:

Comunemente chiamate applique, sono apparecchi fissati a parete o a soffitto. A seconda del numero di apparecchi posizionati, possono essere un elemento decorativo o configurare l'illuminazione generale.

Di solito sono elementi più decorativi che accompagnano la luce generale. Ad esempio, possono essere collocate sui comodini, in salotto o in corridoio. Sono più mobili delle lampade a parete o a soffitto.

 

Riflettori sulle rotaie

I faretti a binario sono particolarmente adatti per l'illuminazione d'accento nelle aree di vendita al dettaglio, ristorazione ed esposizione, in quanto i singoli faretti possono essere spostati lungo il binario per concentrare la luce in un punto o creare più punti. In questo senso, sono una risorsa molto versatile.

 

Sono costituiti da una serie di apparecchi distribuiti su un binario metallico montato a soffitto. Inoltre, il binario può essere più o meno visibile, a seconda dello stile desiderato.

 

Ad esempio, nei ristoranti è frequente che i tavoli siano disposti in un modo e a volte in un altro. Se disponiamo di faretti a binario, possiamo spostarli e adattarli a qualsiasi situazione.

  

Profili e strisce LED

Le strisce LED sono un sistema di illuminazione efficiente e flessibile, raccolto per mezzo di un nastro che ne consente la realizzazione in dimensioni molto ridotte e in misure diverse.

 

Le sue caratteristiche ne facilitano l'installazione in una moltitudine di spazi e la sua adattabilità a una varietà di forme e superfici, soprattutto per illuminare qualsiasi elemento lineare, a differenza degli apparecchi con sorgenti luminose più specifiche.

 

Oggi le strisce LED possono essere dimmerate utilizzando quasi tutti i protocolli di controllo esistenti, come PWM, DMX, KNX, 0-10V, DALI e così via, oltre alla connettività tramite vari sistemi WIFI, Bluetooth o Alexa e all'incorporazione di sensori.

 

Grazie al loro utilizzo e alla molteplicità dei formati, oggi è possibile illuminare angoli e luoghi che altrimenti non sarebbero illuminati. Le strisce LED vengono utilizzate quando si vuole nascondere l'illuminazione, sia come illuminazione generale e indiretta che per l'illuminazione d'accento e la segnaletica.

 

Apparecchio lineare

Tra tutte le possibilità e i tipi di apparecchi che esistono nell'illuminazione, l'apparecchio lineare è una delle tipologie più ricorrenti per valorizzare l'architettura di uno spazio.

 

Perché sono i preferiti? Sono pezzi molto versatili che si adattano a spazi molto diversi e offrono anche una luce continua, omogenea e confortevole, evitando fastidiosi bagliori o ombre. Ne esistono due tipi:

Apparecchio a plafone per esterni
VISUALIZZA MODELLI
Apparecchio da tavolo a plafone per esterni
VISUALIZZA MODELLI
Apparecchio wallwasher da esterno montato a superficie
VISUALIZZA MODELLI
Apparecchio a parete per esterni
VISUALIZZA MODELLI

Apparecchi di illuminazione

Gli apparecchi a plafone, meglio noti come applique, sono collocati sulle pareti e fungono sia da illuminazione che da elementi decorativi.

 

Questo tipo di apparecchio è ampiamente utilizzato nelle abitazioni, nelle terrazze e nei giardini.

 

Apparecchio da incasso

Un apparecchio da incasso è un apparecchio che può essere incassato nel pavimento, nella parete o nel soffitto e viene utilizzato per creare sia luce indiretta che luce d'accento, ad esempio i faretti da incasso.

 

Sono spesso utilizzati come luce focalizzata per evidenziare aree o elementi specifici, come quadri o scaffali, grazie al loro angolo di apertura. Con questo tipo di apparecchi è importante tenere conto di fattori quali il design e l'angolo di illuminazione.

 

Un tipo di apparecchio, i downlight da incasso, è ideale per accentuare le superfici strutturate e aggiungere una terza dimensione alle facciate.

 

Questo tipo di illuminazione esterna viene comunemente utilizzato per illuminare camminamenti, sentieri del giardino o per ottenere una luce morbida che illumini l'intero spazio esterno.

 

Apparecchio a sospensione

L'apparecchio a sospensione è uno dei tipi di apparecchi più utilizzati e più antichi. Si tratta di apparecchi che pendono dal soffitto, dove l'altezza è un fattore importante da tenere in considerazione.

 

Ventilatore a soffitto con luce

I ventilatori da soffitto con luce sono il modo per combinare illuminazione, design e freschezza in un unico elemento pratico. Questi ventilatori da soffitto con luce forniscono un'illuminazione diffusa e generale, perfetta per camere da letto, soggiorni o salotti.

Ventilatori a soffitto con luce
VISUALIZZA MODELLI

Tipi di luce

Se pensiamo all'illuminazione in termini di scopo, troviamo un altro tipo di classificazione. L'illuminazione può avere la funzione principale di illuminare, ma possiamo attribuirle anche molte altre funzioni, come quella decorativa.

 

Luce naturale

Proviene direttamente dal sole ed è influenzata da fattori meteorologici come le nuvole.

 

Luce artificiale

Si tratta di luce non naturale, cioè la cui fonte non è il sole. Si tratta di tutta la luce prodotta con mezzi tecnici dall'uomo, come lampade, lampadine, fuoco o altro.

 

La luce artificiale può essere manipolata e con essa possiamo creare un ambiente o un'atmosfera a nostro piacimento.

 

Illuminazione generale

Si tratta di una luce in grado di illuminare da sola l'intera stanza in cui è installata in modo essenziale. È la più utile per ottenere una visione d'insieme della stanza. Si possono installare, ad esempio, faretti a binario, apparecchi lineari, strisce LED, apparecchi di superficie a soffitto o altro.

 

Si consiglia di scegliere apparecchi che non proiettino ombre e non producano abbagliamenti, e che siano efficienti dal punto di vista energetico, dato che si tratta di un'attività che richiede molto tempo.

 

Luce ambientale

L'illuminazione ambientale è quella che può essere utilizzata come illuminazione generale quando l'illuminazione generale è spenta, ma la sua intensità è molto più bassa. Di solito si tratta di apparecchi più deboli e più caldi. Il loro scopo è quello di creare atmosfera nell'ambiente, come suggerisce il nome.

 

Luce spot o focalizzata

Lo scopo dell'illuminazione spot è quello di illuminare uno spazio specifico per svolgere un'attività come leggere, cucinare, mangiare, riposare, chiacchierare, ecc. Per raggiungere questo obiettivo è possibile combinare diversi tipi di illuminazione, come applique, lampade da terra o da tavolo o strisce LED.

 

Si utilizza per illuminare luoghi specifici in cui è richiesta una luce maggiore rispetto a quella generale, sia per una maggiore visibilità sia per contrastare le ombre che può produrre.

 

Luce decorativa o da esposizione

È quello che cerca di mettere in risalto gli oggetti o la struttura della casa. Ad esempio, i faretti che illuminano un quadro d'arte, una scultura, una libreria, una colonna. Non hanno lo scopo di illuminare la stanza, ma di mettere in risalto un oggetto specifico. In questo senso, funzionano indipendentemente dal resto dell'illuminazione della casa.

 

Luce diretta

Si parla di luce diretta quando il fascio luminoso è diretto direttamente sull'area da illuminare.

 

Luce indiretta

È un tipo di luce che viene proiettata o fatta rimbalzare su un'altra superficie in modo che la sorgente non sia visibile direttamente, illuminando per riflesso. È un modo per decorare, illuminare in modo soffuso e soprattutto evidenziare le forme di pareti, pavimenti e soffitti, motivo per cui è ampiamente utilizzato sia in architettura che nell'interior design.

 

Luce diffusa

La luce è diffusa quando il paralume dell'apparecchio contiene un diffusore traslucido, un elemento che produce luce senza ombre o bagliori. Sono ideali per l'illuminazione d'ambiente, in quanto si combinano perfettamente con l'illuminazione generale.

 

Differenza tra luce diurna e luce artificiale

La differenza principale tra luce naturale e luce artificiale è che quest'ultima può essere manipolata e gestita a piacimento, mentre la prima non è controllabile e segue i propri cicli.

 

La luce artificiale può essere molto varia e quindi offre molte più possibilità di quella naturale in relazione al design degli interni.

 

Con esso è possibile giocare con effetti e ombre, trasformando qualsiasi spazio.

 

Apparecchio da incasso sommergibile
VISUALIZZA MODELLI
Apparecchio da incasso a terra per esterni
VISUALIZZA MODELLI
Apparecchio da incasso per esterni a parete
VISUALIZZA MODELLI
Luminaria lineare
VISUALIZZA MODELLI

Cosa sono i lumen?

I lumen sono la misura utilizzata per misurare la quantità di luce visibile emessa da una sorgente; maggiore è il numero di lumen, maggiore è la luminosità fornita dalla sorgente luminosa.

 

Se avete un progetto di illuminazione, conoscere questa misura è necessario per acquistare esattamente il tipo di apparecchio di cui avete bisogno con la giusta intensità e per evitare sorprese.

 

Quanti lumen sono necessari in ogni zona

Per avere un'idea dell'intensità luminosa di cui avrete bisogno per ogni area, dovrete selezionare la quantità di lux consigliata per lo spazio che volete illuminare e moltiplicarla per i metri quadrati dello spazio.

 

Il risultato di questo calcolo sarà il numero di lumen necessari, quindi basterà cercare un tipo di illuminazione che abbia più o meno quella quantità di lumen.

 

Cosa sono i lux nell'illuminazione

Il lux misura la luce risultante, cioè la luce ottenuta e percepita. Esiste una differenza tra i lumen emessi e quelli percepiti.

 

Questa misura consente di calcolare l'intensità della luce necessaria in un caso specifico, cioè adattando il calcolo alla superficie specifica che si vuole illuminare in base ai suoi metri quadrati.

 

Come calcolare i lux nell'illuminazione

Per calcolare i lux, basta applicare la semplice formula: lumen x m2 = lux. Come si vedrà, si tratta di una formula simile a quella utilizzata per calcolare i lumen. Per fare questi calcoli è necessario tenere conto del numero di lumen consigliato per ogni spazio, che vi mostreremo di seguito.

 

Tuttavia, è meglio utilizzare un software di calcolo illuminotecnico come Dialux, che semplifica la creazione di progetti illuminotecnici e facilita il compito di progettare sistemi di illuminazione per interni ed esterni.

Apparecchio a sospensione per esterni
VISUALIZZA MODELLI
Faretti Architectural a binario
VISUALIZZA MODELLI

Livelli di illuminazione regolamentari

Esistono diverse norme UNE dedicate alla determinazione dell'intensità luminosa necessaria per ogni spazio, al fine di garantire il comfort visivo e la resa cromatica. Di seguito, vi mostriamo i lux consigliati per ogni installazione:

  • Cucina: 300-600 lux
  • Soggiorno: 100-300 lux
  • Corridoio: 300 lux
  • Camera: 100-300 lux
  • Studio: 200 lux
  • Bagno: 300-600 lux
  • Illuminazione generale: 300-600 lux
  • Vetrine esterne: 1000-3000 lux

Come si misura la temperatura della luce: Kelvin

Vi siete mai chiesti perché spazi come un ospedale o un ufficio sono così poco accoglienti?

 

Ebbene, tutto ciò può essere spiegato dalla temperatura della luce o temperatura del colore. Quando parliamo di temperatura della luce, ci riferiamo a una serie di colori dell'illuminazione che forniscono un certo grado di calore o di freddezza all'ambiente.

 

I toni rossi e arancioni sono caldi, mentre quelli blu sono più freddi. Questi ultimi sono i più adatti per gli spazi dove le attività svolte richiedono molta luce, dove è importante distinguere bene gli oggetti, concentrarsi, ecc.

Questo spiegherebbe perché la luce utilizzata negli ospedali è una luce fredda.

 

La temperatura della luce viene misurata in gradi Kelvin e indica il colore dell'illuminazione. In seguito a questa misurazione, si possono ottenere tre diversi tipi di luce:

  • Luce fredda: più di 4000k
  • Luce neutra: tra 2700 e 4000K
  • Luce calda: 2700K o meno

Indice di resa cromatica

L'indice di resa cromatica (CRI o CRI) misura la capacità di una determinata sorgente luminosa di riprodurre i colori caldi e freddi con la luce diurna come punto di riferimento e un valore massimo di 100. Più il valore è vicino a 100, migliore è la qualità del colore. Più il valore è vicino a 100, migliore è la qualità del colore.

 

Inizialmente l'illuminazione a LED aveva valori piuttosto bassi, ma con l'avanzare della tecnologia la qualità dell'illuminazione a LED è migliorata fino a offrire un indice di resa cromatica superiore a 80, più che sufficiente per qualsiasi applicazione.

Apparecchio da incasso Architectural
VISUALIZZA MODELLI
Sistemi lineari Architectural
VISUALIZZA MODELLI
Apparecchio Architectural di superficie
VISUALIZZA MODELLI
Profili e strisce LED 
VISUALIZZA MODELLI

Illuminazione architettonica: cos'è e qual è la sua importanza?

Sebbene la luce sia importante nella vita quotidiana delle persone per poter svolgere quasi tutte le attività, l'importanza della luce in architettura è dovuta piuttosto al fatto che grazie alla luce è possibile cambiare l'umore e influenzare le persone a livello emotivo.

 

Un'illuminazione adeguata migliora l'umore e i livelli di energia, mentre una scarsa illuminazione contribuisce a creare carenze nell'organismo. La qualità dell'illuminazione influisce direttamente sulla concentrazione, sull'appetito, sull'umore e molto altro ancora.

 

L'illuminazione è particolarmente importante nella vita delle persone, poiché l'effetto che produce avviene inconsciamente. Se non viene pianificata correttamente, non è possibile ottenere un ritmo circadiano sano e ottenere l'energia necessaria per la vita quotidiana.

 

In breve, a cosa serve l'illuminazione architetturale?

  • Migliorare e curare lo stato d'animo delle persone
  • Valorizzare la bellezza degli spazi
  • Evidenziare texture, forme e colori

 

Tendenze dell'illuminazione per l'interior design e l'architettura

Materiali naturali, apparecchi integrati nelle pareti, apparecchi a soffitto... I settori dell'architettura e dell'interior design sono in continua evoluzione e ciò che fino ad oggi funzionava ed era amato da tutti domani potrebbe essere fuori moda. In questi settori, tenersi aggiornati sulle ultime tendenze è fondamentale per ottenere risultati di cui tutti parleranno.

 

Non si tratta più solo di utilizzare materiali più pratici o di giocare con le forme, perché nel corso degli anni e con l'evoluzione delle tecnologie, strumenti come l'illuminazione artificiale hanno permesso all'innovazione in questi settori di fare passi da gigante.

 

L'illuminazione è diventata un elemento talmente essenziale per qualsiasi design e progetto che le modalità di applicazione, la creazione di sensazioni ed effetti e persino il tipo di illuminazione da utilizzare sono fattori da tenere sotto controllo per non perdere nemmeno un'idea.

 

Luce e design

Quando si tratta di progetti di interior design, la luce è uno degli elementi più importanti. Con la luce naturale è possibile far brillare le parti più originali di uno spazio.

 

Ma non solo: la luce è un fattore che condiziona un intero progetto, la disposizione dei mobili, i punti luce, i colori utilizzati in tutto l'ambiente, ecc.

 

È certamente uno strumento per ottenere design più originali, ma è anche un elemento che deve essere pianificato con attenzione affinché il risultato sia quello atteso.

 

Progettazione illuminotecnica

In qualsiasi progetto architettonico o di interior design, la progettazione illuminotecnica è essenziale per ottenere la luce giusta nel posto giusto e al momento giusto. L'obiettivo finale dell'illuminazione è fornire una luce sufficiente nel modo più adatto a ciascuna delle attività svolte in uno spazio.

 

Ciò significa che è necessaria una progettazione attenta e pianificata per soddisfare le funzioni pratiche ed estetiche che dovrebbe avere, in modo che la disposizione, l'intensità e la temperatura, tra gli altri fattori, siano adattati a ogni momento e luogo specifico.

 

Tecniche di illuminazione

Un professionista che realizza un progetto di illuminazione deve conoscere le tecniche di illuminazione più adatte a ogni spazio.

 

Dall'uso della luce naturale all'integrazione della luce artificiale, ogni tecnica di illuminazione è adatta a spazi e attività specifiche, ma è necessario avere queste conoscenze per rendere il progetto di illuminazione un successo.

 

Installazione dell'illuminazione

Per ottenere buone finiture e non avere difetti tecnici, tutta l'illuminazione deve essere installata da un professionista qualificato.

 

Nei casi in cui l'installazione è complessa, è meglio rivolgersi a esperti come Faro Barcelona, che possono pianificare i punti luce, consigliare il tipo di illuminazione più adatto per ogni area ed eseguire tutti i lavori tecnici necessari.

Scarica il catalogo con tutti i nuovi prodotti e le referenze
SCARICA IL CATALOGO