I trucchi per scegliere il tuo ventilatore da soffitto

Scegliere un buon ventilatore è sinonimo di benessere. Per creare un’atmosfera piacevole nella vostra casa e trasformarla nel vostro spazio di riposo. Questo è possibile anche in inverno grazie alla funzione inversa, per cui è importante che questi trucchi siano chiari tutto l’anno.

SPAZIO

È davvero fondamentale sapere dove vogliamo installare il ventilatore. Per sicurezza, dal suolo alle pale devi considerare un’altezza minima di 2,3m e per altezze maggiori a 2,8m è necessario utilizzare le estensioni per le pale. Allo stesso tempo, tra il ventilatore e il seguente oggetto (come ad esempio un mobile) è opportuno mantenere una distanza di almeno un metro. In caso si tratti di un soffitto inclinato, bisogna inoltre cercare ventilatori che siano adatti a questo tipo di circostanze (li può trovare nel nostro catalogo) e non superare un’angolazione massima di 20º.

A seconda delle dimensioni della stanza il diametro del ventilatore dev’essere:

PALE

La quantità di pale influisce direttamente nella quantità di aria: meno pale significa più aria. Inoltre, alcuni ventilatori cambiano la direzione del movimento delle pale, ovvero quei ventilatori che includono la funzione inversa, per ottimizzare il sistema di riscaldamento durante l’inverno.

Rispetto al materiale, è importante sapere:

ROTAZIONE

Ogni spazio richiede un rango appropriato di velocità di rotazione del ventilatore. Per la camera o l’ufficio l’ideale è una velocità bassa tra i 50-100 rpm che rinfresca ma non disturba, e per spazi grandi come la sala da pranzo o un negozio con una sala, è preferibile una velocità di rotazione massima tra i 200-300 rpm che, oltre a rinfrescare, disperderà fumi e odori.

CONSUMO

Il tipo di motore determina il consumo e le caratteristiche dell’effetto prodotto dal ventilatore. Ne esistono con motore AC (corrente alternata) e con motore DC (corrente continua). I primi, più comuni, si scaldano molto di più, mentre quelli di tipo DC generano bassi consumi, sono più silenziosi e in grado di operare a velocità molto basse.

Per valutare il consumo, è necessario inoltre prendere in considerazione se posseggono o meno una luce incorporata, se sono compatibili con un kit o meno. Certo, la funzione principale del ventilatore è climatizzare, perciò l’intensità della luce sarà decisamente discreta.

AZIONAMENTO

Esistono tre modalità di controllo di un ventilatore: CORDA, TELECOMANDO A DISTANZA e REGOLATORE A PARETE, ognuno con i propri vantaggi e svantaggi.