Faro Barcelona illumina il progetto di Elena Castells

Una casa deve essere un ambiente caldo e confortevole; questo il motivo per cui Elena Castells si adatta alle esigenze di ogni cliente elaborando uno studio dell’illuminazione al fine di definire ed ottenere ambienti unici e familiari.

Per questa abitazione privata di 300m2 situata a Barcellona, l’architetto per interni ha optato per materiali caldi come il legno e i colori neutri che donano a tutta la casa una sensazione di modernità e serenità.

La casa è composta da 4 piani distribuiti nel seguente modo: una cantina con sala giochi per i bambini della casa; un piano principale con cucina, salone e libreria; un secondo piano con quattro camere e un magnifico solarium sul tetto.

Per l’illuminazione generale, sono stati usati faretti LED ad incasso che si integrano al soffitto e consentono di camuffare i punti di luce resi visibili solo all’occorrenza.

Nella sala da pranzo due lampadari CRATER di colore oro e nero illuminano il lungo tavolo stagliandosi sul grande finestrone che dona luce naturale a tutta la stanza.

Nell’area del salone troviamo l’applique STELLA il cui paralume in tela sfuma la luce creando un’illuminazione tenue. Il braccio della lampada è regolabile sia in orizzontale che in verticale ed è ideale come luce d’appoggio.

Accanto alla libreria, la piantana LUPE, progettata da Jordi Busquets, mantiene l’estetica dell’insieme e la sua testa può essere regolata e adattata alle esigenze di ogni membro della famiglia.

lupe_pie de salon_libreria Nel mondo dell’architettura per interni, Elena Castells si distingue per la sua attenzione alla luce, che costituisce uno dei suoi segni distintivi come architetto per interni. Così come da lei affermato “Un progetto senza luce è come montatura senza diamante”

Sul pianerottolo, il proiettore NAN mette in rilievo i quadri della scala, apportando punti di luce decorativa che rafforzano quella generale.

nan_proyector Nella camera da letto si distinguono le applique nere BERNI con lettore LED. Si tratta di un’illuminazione pensata in particolare per la testiera del dormitorio che funge da luce ambientale o da lettura. Queste luminarie sono un progetto di Nahtrang.

Appartengono a Nahtrang anche i proiettori LINK che indirizzano la loro luce verso gli scaffali e il televisore. È importante illuminare correttamente il televisore per evitare l’affaticamento visivo o la stanchezza oculare.

Infine, la lampada da tavolo BLISS con struttura in legno integra l’illuminazione della camera da letto.

bliss y link dormitorio Nella cameretta predominano le luminarie in stile industriale. Sul letto, l’applique CELIA con il suo braccio articolato facilita la lettura a letto. E non poteva mancare la lampada da lettura GRU sulla scrivania, per facilitare la concentrazione e lo studio.

gru_iluminacion-escritorio Il risultato è uno spazio senza tempo, elegante, moderno e pratico.

boo