Un progetto italiano con GUADALUPE

La lampada da parete GUADALUPE con schermo verde è la protagonista della camera da letto di HOUSE RS, il nuovo progetto degli architetti dello STUDIOTAMAT di Garbatella, Roma.

Gli elementi principali della riforma sono gli spazi aperti distribuiti dalle travi originali, che sono visibili. Questa nuova casa era originariamente una lavanderia e ora ha 75 metri di spazio abitabile.

Nella sala principale troviamo la versione a parete con lettore in finitura nera e schermo verde di GUADALUPE, la collezione moderna, allegra e audace di Faro Lab che dà un tocco di modernità alla classica illuminazione della camera da letto. I progettisti d’interni hanno avuto un apparecchio d’illuminazione su ogni lato del letto da usare come luce di lettura. Allo stesso tempo accompagnano un incredibile armadio a muro con ante in vetro.
(Commenting: OFF)

FUGA illumina il nuovo negozio CATBAG

Studioapart è ancora una volta alla guida della ristrutturazione dei negozi CATBAG e nella sua ultima ristrutturazione ha utilizzato i proiettori FUGA di Faro Barcelona.

Con l’obiettivo di creare uno spazio moderno e attraente per il giovane pubblico, il nuovo negozio di zaini e borse ha come elemento principale una griglia metallica che serve ad esporre il prodotto in modo “versatile”. Gli architetti hanno voluto aprire il negozio anche all’esterno e, questa stessa struttura abbinata ad altri due materiali, permette di utilizzarlo come vetrina e di vedere i prodotti dalla strada.

Per illuminare questa importante area troviamo i proiettori FUGA, una famiglia di illuminazione tecnica dal design raffinato dove tutti gli elementi sono alloggiati all’interno dell’involucro del proiettore. Hanno scelto la finitura nera per continuare con tutta l’estetica del negozio che è molto urbano e con insegne al neon. FUGA può anche essere orientata sia sull’asse verticale che orizzontale, il che la rende perfetta come luce d’accento in ristrutturazioni come questa.
(Commenting: OFF)

Un attico da viaggio

Nel moderno quartiere madrileno di Malasaña possiamo trovare l’ultimo progetto degli architetti Egue e Seta, il “Rifugio del viaggiatore”. Un attico pensato per riposare, tornare alla città e godersela dall’alto.

Composta da ambienti spaziosi, finiture e decorazioni moderne, questa dimora è composta da un’unica abitazione. Il letto è ‘appoggiato’ ad un piccolo muro che separa la zona della cabina armadio, e conta con due spazi su misura per le lampade da tavolo LINK, che forniscono l’illuminazione per la lettura.

Nella stessa camera da letto, troviamo anche la lampada da soffitto PAM nel modello in nero (come LINK) e dorato. In questo caso, illumina una piccola scrivania, rinforzando in questo modo tutta l’illuminazione artificiale della stanza. Trattandosi di un attico, l’unica luce naturale è quella che entra da una piccola finestra in fondo alla parete.
(Commenting: OFF)

Illuminiamo i nuovi uffici di Tresmares Capital

Lo studio di architettura Febrero Studio ha utilizzato i modelli di Faro Barcelona per l’illuminazione del suo ultimo progetto, gli uffici del fondo di investimento Tresmares Capital a Madrid.

Si tratta di un ambiente di più di 800m2 organizzato in spazi aperti che accolgono la reception, le aree per le riunioni e la zona “work-cafe”. Nel rispetto della struttura dell’edificio, gli architetti hanno riservato gli spazi più piccoli o “residuali” a zone per le telefonate o per le riunioni di un numero ristretto di persone. Per l’illuminazione generale, tanto degli spazi comuni quanto delle zone più riservate, sono stati utilizzati i faretti su binario CYLINDER, che praticamente attraversano tutto l’ambiente. Le lampade a soffitto STAN e FONOVIA – quest’ultimo realizzato in un materiale fono-assorbente – supportano l’illuminazione generale nella reception, nella sala d’aspetto e nella zona open space per gli impiegati, rispettivamente.

L’applique KERA e il nuovo modello 2020 GUADALUPE forniscono la luce puntuale agli spazi dove è necessario, come la zona di riunione. GUADALUPE è presente anche in formato da pavimento o come lampada da tavolo nelle distinte zone di passaggio. Grazie alla sua forma cilindrica e alle finiture in beige mate del suo paralume, questo modello creato da Isaac Piñeiro si adatta perfettamente allo stile decorativo del progetto, che ha “cercato di mantenere un bilanciamento tra i materiali più sobri e il rosso corporativo dell’azienda”.
(Commenting: OFF)

Illuminazione generale di una casa della Castellana

La plafoniera rotonda SVEN illumina un’abitazione nel viale madrileno della Castellana. Una nuova casa completamente ristrutturata dallo studio di architettura Romero&Montoya, che ha scelto di utilizzare anche la lampada da soffitto ad incasso FRESH. L’edificio è stato costruito negli anni ‘50 e la casa si sviluppava attorno ad un corridoio scuro dal quale era possibile accedere alle differenti stanze. Per aprirlo alla luce generale, gli architetti hanno unito le stanze comuni della facciata più luminosa, mentre quelle presenti sull’altro lato sono state utilizzate come stanze da letto.

Per dare forza e luminosità alle diverse zone della cucina-sala da pranzo, hanno utilizzato la plafoniera SVEN, un alleato per l’illuminazione generale che contribuisce ad aumentare la sensazione di ampiezza, altezza e luminosità dell’ambiente. Nelle camere da letto e nei bagni, dal soffitto più basso a causa della presenza di un contro-soffitto, è stato utilizzato il modello ad incasso FRESH.
(Commenting: OFF)

Un negozio di ottica a Valencia con illuminazione di Faro Barcelona

La lampada a soffitto MINE SPACE illumina uno degli angoli della nuova Óptica Climent a Burjassot, Valencia. È stata scelta dagli arredatori di Studio Lyke, che hanno progettato un spazio con l’obiettivo di “avvicinare il prodotto al cliente”. Per fare ciò, hanno creato una facciata di vetro trasparente, convertendo così l’interno del negozio in una vetrina perfetta. Semplicemente muovendo lo sguardo, è possibile osservare gli espositori (il centrale e i laterali) con le ultime novità e, di seguito, l’area di attenzione al cliente, con il bancone, i tavoli e le sedie.

La zona illuminata dalla collezione di lampade a soffitto MINE SPACE, di Nahtrang, si trova esattamente nell’angolo “di incontro” con i clienti. Grazie all’idea originale di creare composizioni a seconda delle diverse necessità, nell’Ottica Climent troviamo la versione unitaria e le due versioni doppie, con finiture di colore grigio. Fotografia: Jordi Díaz
(Commenting: OFF)

MINE e un appartamento ricco di storia

“Cercare di togliere gli strati lasciati da anni di modifiche, per ritornare alla semplicità”, era, secondo l’arredatore Cosma Mussachio, l’obiettivo principale del progetto Vilardell.

Ci troviamo nel quartiere di Sants a Barcelona, in un appartamento costruito nel 1902, composto da tre entrate per la luce naturale, un’ampia sala da pranzo, cucina, un bagno e tre camere da letto grandi, una di esse con balcone e cabina-armadio. Mussachio è riuscito a recuperare i materiali originali e a semplificare il disegno di tutta la casa. Ora, sono di nuovo visibili le pareti, le travi e il meraviglioso suolo idraulico nella cucina e nei corridoi.

In una delle camere principali, troviamo la lampada da soffitto MINE, sospesa su entrambi i lati del letto, perfettamente integrata in questo ambiente dai toni chiari. La parete che fa da testiera, degrada grazie ai materiali originali e la combinazione di entrambi gli elementi le conferisce uno stile moderno e unico. La lampada disegnata da Nahtrang ha elementi in legno che le danno calore, e la luce che emana, anche questa di un tono caldo, è ideale per illuminare una camera da letto come questa.
(Commenting: OFF)

Illuminare le notti d’estate

A Polop de la Marina, Valencia, gli architetti Larcosta hanno disegnato diversi modelli di residenza in un tranquillo quartiere, ideale per passare le vacanze estive.

Siamo entrati nella casa “Giulietta&Romeo”, un lotto di 628m2 a due piani, piscina, giardino e differenti terrazze. Uno spazio composto da ambienti grandi e aperti, che integra lo spazio esterno e sfrutta la luce naturale.

Anche le camere da letto sono spaziose e funzionali. Gli armadi si integrano alle pareti, le quali a loro volta separano i diversi ambienti, e i letti sono illuminati da due applique di Faro Barcelona: LINK con finiture in bronzo e MITIC. Come detto, gli esterni giocano un ruolo davvero importante, e sono pensati per ospitare diversi momenti di relax e tranquillità, pranzi e cene, giochi e pennichelle. Ad illuminare il tavolo sulla terrazza, Larcosta si è ancora una volta affidato a Faro Barcelona con il paralume per esterni MISTU, il quale si integra perfettamente con la lampada pensile presente sul soffitto della veranda e accompagna la spettacolare vista della piscina e del paesaggio circostante. Fotografie di Peter Foldiak
(Commenting: OFF)

Una grande riforma a Valladolid

Lo studio di progettazione BeSpoke ha ricevuto l’incarico di ristrutturare una grande casa a Valladolid, e per farlo ha utilizzato l’illuminazione tecnica di Faro Barcelona.

L’obiettivo di questa riforma, il cui spazio è di 99m2, è stato quello di combinare lo spazio privato della famiglia e le grandi aree per le riunioni e gli ospiti. Il risultato è un appartamento con tre camere da letto, tre bagni, una cucina separata e un soggiorno-sala da pranzo a L.

L’illuminazione ha giocato un ruolo fondamentale in questa casa dallo stile minimalista e moderno, dove il legno è il grande protagonista. Per darle la sua “potenza” BeSpoke ha scelto le strisce LED di Faro Barcelona per “rinforzare la posizione dei fasci”, anche dietro i mobili principali e sotto la panca in legno del soggiorno, le nicchie e gli specchi dei bagni. Le strisce LED emettono luce calda e consentono un’illuminazione senza abbagliamento. Sono una buona soluzione per mettere in evidenza gli oggetti e gli spazi senza passare inosservati. Da Faro Barcelona troviamo anche le luci ad incasso orientabili HYDE come illuminazione generale in tutta la casa e in finitura nera nei bagni, il soffitto REL-P al centro della cucina e la lampada TEN in finitura nera. Fotografie di Cesar Prados. Architetto progetto
(Commenting: OFF)

Minimalismo tropicale in una dimora piena di ricordi

L’arredatore rumeno David Raymond si è proposto lo scorso anno di ristrutturare la parte inferiore della sua casa di famiglia.

Si tratta di uno spazio di 58 metri quadrati al quale è riuscito a dare una seconda vita, con un mix di stili pieni di personalità: il “minimalismo tropicale”. La ristrutturazione, che ha portato alla creazione di un grande spazio aperto, è stata portata a termine utilizzando il legno, grande protagonista del progetto, per il pavimento, il soffitto ed alcune delle pareti. Un enorme arco separa l’entrata dagli altri ambienti, mantenendo in questa maniera lo spirito antico della dimora di campagna. Raymond ha diviso l’abitazione in diverse zone di relax e lettura, combinandole con mobili differenti, una parete di colore verde e la decorazione. In uno di questi spazi, troviamo la lampada da pavimento con finiture in bronzo LINK, perfetta per dirigere la luce in un punto preciso e favorire così la lettura.

Ha usato, inoltre, i proiettori FUGA di colore nero, sempre di Faro Barcelona, per l’illuminazione generale.

Una ristrutturazione piena di personalità, pensata per conservare, nuovamente, molti cari ricordi familiari.
Informazioni sulla riforma Nome del progetto: Parent House
Posizione: Brasov, Romania
Distributore: Urmet
(Commenting: OFF)