5 errori comuni che complicano lo smart working

Di questi tempi, moltissime persone che lavorano da casa hanno già acquisito alcune abitudini e hanno realizzato dei cambi opportuni nel loro spazio di lavoro. Nonostante ciò, ci sono sempre delle cose nuove per migliorare la produttività ed il benessere, e anche alcuni errori da evitare:

1. Non fossilizzarci in un orario fisso. Siccome ci siamo già abituati allo smart working e alla flessibilità intrinseca di questa tipologia di lavoro, ciò che prima veniva risolto in un orario fisso con determinate pause, ora è diventato un’attività “on demand” secondo il volume di lavoro. Ciò può provocare fatica e cattiva gestione del tempo, che si traduce nel procrastinare alcune attività per poi non avere il tempo di completarle.

2. Rifugiarsi nel lavoro individuale. Lavorare da casa non significa non essere più parte di un’impresa, e ancora di più di un team di lavoro. È necessario rimanere in contatto con i colleghi, realizzare riunioni di follow-up e continuare a fomentare il lavoro di gruppo, dato che migliorarsi all’interno del proprio team non è cosa facile e, dopo aver raggiunto degli obiettivi comuni, perdere questa capacità potrebbe significare un rallentamento di tutto il gruppo.

3. Dimenticare in che periodo dell’anno ci troviamo. In molte aziende, il telelavoro è arrivato per rimanere, quindi, oltre a dover incontrare uno spazio in casa dove poter svolgere le nostre attività, dobbiamo considerare la quantità di luce naturale a disposizione a seconda della stagione dell’anno, e quando invece abbiamo bisogno di illuminazione artificiale di supporto, che ci aiuti a concentrarci. È fondamentale collocarci a seconda della mano dominante perché non ci siano dei riflessi sulla scrivania, coadiuvare l’illuminazione generale con una lampada da tavolo aggiustabile (come la lampada INVITING) o proiettare sempre una luce calda di 4000K. 4. Pianifica solo a breve termine. Aver dovuto abituarci ad una situazione di incertezza non significa che la nostra azienda non abbia obiettivi a lungo termine o che le nostre aspirazioni lavorative si riducano solo alla routine quotidiana. L’azienda, come la nostra proiezione professionale, deve continuare a crescere, anche se in una situazione nella quale il futuro non è sicuro, e ha bisogno che tutti remino nella stessa direzione. Non dobbiamo perdere l’ambizione e la voglia di trovare nuove sfide.

5. Lasciare da una parte le attività rilassanti. Da un lato, il nostro spazio quotidiano ridotto alla nostra casa, dall’altro le restrizioni che non ci permettono di relazionarci tanto con l’esterno, la maggior parte della gente ha abbandonato le attività rilassanti. È necessario invece recuperarle, anche se con formati differenti o senza muoversi troppo, perché sono veramente necessarie per schiarirsi la mente, riposare e riprendere il lavoro con rinnovata verve.
(Commenting: OFF)

Faro Barcelona impegnata a favore del design onesto e sostenibile nel nuovo catalogo 2021

Imparare dalla difficoltà incontrate nel 2020 e guardare avanti. Con questa dichiarazione di intenti, la marca di design per l’illuminazione e la ventilazione, Faro Barcelona, presenta il suo nuovo catalogo.

In esso, predominano i progetti maggiormente rispettosi dell’ambiente e che conferiscono valore alle persone. L’adattabilità e la funzionalità delle lampade è uno dei fattori caratteristici della marca.

Nueva llamada a la acción Un ottimo esempio è rappresentato dalla lampada portatile FUJI, di Isaac Piñeiro. Con un design tipicamente orientale, funziona sia come lampada a soffitto che come lampada da tavolo. Una proposta, quindi, che permette di “giocare” tra diverse posizioni del paralume ed utilizzabile in spazi interni ed esterni, grazie al suo alto indice di protezione dalla pioggia e dalla polvere. Si ricarica facilmente con un cavetto USB.

Tale adattabilità all’ambiente, è pensata anche per i progetti. Con l’applique DOMINO, disegnata da Aldanondoyfdez, Faro Barcelona ci permette di orientare la lampada in quattro diverse posizioni, con una apertura della luce differente in ognuna di esse. Essendo fabbricata in gesso, è possibile dipingerla dello stesso colore della parete, per integrarla totalmente nello spazio.

Adesso, usciamo! Per illuminare e decorare gli ambienti esterni, troviamo proposte come la collezione BROT, di Yembara. Il design e la raffinatezza si spostano anche al giardino o alla terrazza, con questi modelli minimalisti e moderni. Inoltre, include una versione dotata di cavetto di alimentazione, per facilitarne l’installazione e la mobilità. Faro Barcelona ci sorprende quest’anno con le sue due prime collezioni di urban lighting: le serie RUSH y SCREEN. Puntando sulla tecnologia e la versatilità, entrambe propongo versioni diverse: lanterna, a muro e tipo faro, con differenti caratteristiche luminose pensate per unire il meglio dell’illuminazione urbana e spostarlo a spazi ibridi, come ad esempio entrate comuni o zone di passaggio in urbanizzazioni o hotel. In questo senso, il catalogo presenta anche molte novità rispetto all’illuminazione tecnica, con le lampade NESO HOLE per il sistema di binari magnetici NESO, che permette di creare serie specifiche per ogni progetto che preveda un’installazione a incasso, sospesa o di superficie. Sono adattabili ad progetto specifico anche le nuove strisce LED con applicazioni decorative multiple, le quali possono essere installate ad angolo o creando delle forme, e che emettono luce con effetto neon. Sono assolutamente versatili.

Nel campo della ventilazione, in cui la marca è leader in Europa, una delle maggiori innovazioni è rappresentata dall’applicazione della tecnologia IOT (Internet of Things) nella maggior parte dei modelli. Grazie a questa opzione, il ventilatore può essere controllato utilizzando il cellulare o il sistema domotico della casa. Rispetto alle innovazioni in termini di design, risalta il ventilatore COPPER, una versione aggiornata della mitica collezione JUST FAN con motore in rame.

Per concludere, Faro Barcelona vuole continuare ad illuminare spazi domestici e professionali, grazie al miglior design e all’innovazione. Questo nuovo catalogo è il risultato di un team ottimista e esigente, convinto che il 2021 sarà un anno brillante e pieno di luce.

Nueva llamada a la acción
(Commenting: OFF)

Trasforma un nuovo appartamento nella tua propria casa

La pandemia ci ha fatto cambiare la prospettiva su molti aspetti della nostra vita quotidiana che prima davamo per scontati: avere bisogno di più spazio o al contrario imparare a vivere con meno, essere immersi nella natura o vivere a lato delle persone per noi più importanti.

Quale che sia il motivo, molte persone hanno deciso di iniziare una nuova tappa della loro vita in un posto differente. E, di fronte ad un trasloco e ad un nuovo spazio da riempire, l’illuminazione gioca un ruolo fondamentale per farlo realmente diventare la propria casa.

Un ambiente accogliente

La cosa più importante è sentirsi comodi e a proprio agio. Nella camera, l’illuminazione del letto può accompagnare momenti di riposo e di relax, o l’ultima conversazione prima di andare a dormire. La collezione LINK, di design e in tre versioni differenti, è una meravigliosa opzione, sia in applique, soprammobile o persino da pavimento.

Chiaramente, le lampade da pavimento sono un’ottima risorsa per gli ambienti più transitati, come la sala o l’entrata. Il rattan della collezione MAMBO, per esempio, trasmette calore, calma ed è l’ideale per un buon caffè mentre si osserva l’inverno dalla finestra. Design ovunque

E non ci si deve per forza solo concentrare nelle stanze principali. Tutta la casa può essere illuminata adeguatamente senza dimenticare il design e lo stile personale di coloro che la abitano. Per fare ciò, le applique STAN sono ideali per l’illuminazione principale. E, se vuoi osare ancora di più, le applique MOY potranno trasformare il tuo bagno in un autentico angolino ricco di stile. Anche per la cucina, un altro luogo di incontro familiare, possiamo trovare delle lampade che aiutano ad illuminare i momenti insieme ai nostri cari. Il modello PAM si integra perfettamente sopra i fornelli e con gli elettrodomestici. Non dimenticare nessun angolo della casa

L’illuminazione renderà lo spazio più vivo, moderno e comodo e per questo non dobbiamo dimenticare nessun angolo della nostra casa. Se non è possibile installare una lampada o abbiamo un mobile difficile da combinare, una buona opzione è rappresentata dalle lampade portatili. Non solo possiamo muoverle e cambiarle nella posizione più utile, ma apportano luce e tanto carattere alla tua casa. Le collezioni JELLYFISH e HOSHI hanno forme e modelli davvero incantevoli, e, inoltre, offrono delle versioni portatili che si ricaricano con un cavo USB. Indipendentemente dalla casa o dall’appartamento da inaugurare, sicuramente potrai trasformarlo nel focolare domestico che tanto desideri. In uno spazio gradevole, che parli di te e dei tuoi cari, dove l’illuminazione ti accompagni in ogni istante.
(Commenting: OFF)

Come, deslumbra, ama

Hablamos con el prescriptor gastronómico Alejandro Biel sobre los mejores restaurantes de Barcelona, su pasión por la cocina y la importancia de la luz cuando trabaja.

Dice el diccionario que una pasión es “un sentimiento capaz de dominar la voluntad”. A Alejandro Biel su pasión por el mundo de la restauración le empezó a “dominar” de muy joven, cuando con sus padres ya se recorrían los mejores restaurantes de Barcelona.

Este joven crítico y especialista de marketing creó en el 2015 la comunidad Gastrobarna dónde hoy, sus más de 85mil seguidores en Instagram, no se pierden ninguna recomendación sobre locales, especialidades y tendencias gastronómicas de la ciudad condal. “Desde que hemos vuelto a salir a la calle, me gusta mucho ir a El Mirador de Can Cases porque tiene unas vistas espectaculares” nos cuenta estos días, que todos tenemos ganas de volver a salir y descubrir nuevos lugares.

Alejandro se conoce muy bien cada rincón de la ciudad y la define como muy cosmopolita. Quizás por ello una de sus lámparas preferidas de Faro Barcelona es la LAMPANOT. Es una lámpara portátil cuyo diseño está basado en el dibujo de las baldosas del barrio del Eixample, el PANOT, que rinde homenaje a la época modernista de la urbe. Como es portátil, puede llevársela allá donde vaya y elegir cuál de las 3 intensidades es la mejor para cada ocasión.

Sus fotografías son coloridas, alegres, tienen mucha luz y responden a ese carácter mediterráneo “extrovertido y alegre” que le caracterizan:

“Para mí la luz es el factor más importante cuando hago las fotografías de mi perfil. Siempre busco la luz natural, pero si no es posible, aquella que transmita lo mismo que siento yo al probar el plato”

Cuando cocina – nos comenta que prefiere hacerlo para pocos invitados – también necesita “muchísima luz” y por ello tiene instaladas tiras LED perfectas para iluminar la encimera.

Si le preguntamos por su sitio preferido nos dice que tiene muchos, pero al primero al que fue justo al terminar el confinamiento es el restaurante Koh-Ndal “porque le debía una cena a una amiga y es mi tailandés preferido”. Para leer más sugerencias podéis ojear las páginas del catálogo de Faro Barcelona The Collection Magazine, que cuenta con una guía de Barcelona y una selección de sus recomendaciones.

Allí hemos unido lo mejor de una ciudad moderna y diversa con diseños de luminarias versátiles para seguir iluminando las pasiones de su gente, también entre fogones.

También puedes leer la entrevista completa aquí:
(Commenting: OFF)

Incontro con il designer Andreu Carulla

Andreu Carulla è un rinomato designer catalano che ha lavorato con importanti aziende e ha vinto diversi premi di design. A Faro Barcelona ha collaborato per la prima volta con la lampada GUEST e, per conoscerlo, gli abbiamo chiesto cosa dice di lui l’archivio del giornale. 1. Vi siete mai chiesti cosa viene fuori da voi se cercate sul web? Una delle cose che si ripete più spesso è l’illusione di essere un inventore che hai avuto da bambino. Qual è stata la tua prima creazione?

La verità è che mi chiedo cosa si dice del mio lavoro, non di me, che in realtà è ciò che mi interessa. C’è una sorta di selezione naturale di ciò che genera più interesse, ed è in continuo cambiamento.

È vero che da bambino volevo essere un inventore, anzi, è quello che voglio ancora essere. La mia prima creazione non era tale, ma al contrario, una distruzione; ho smontato gli oggetti che avevamo intorno alla casa e non sono mai stati riassemblati nello stesso modo. Mio padre me lo ricorda ancora.

2. In un’intervista pubblicata sul giornale ABC, lei spiega che per lei il design dovrebbe servire a “rendere i prodotti più sostenibili, efficaci ed efficienti”. Come avete tradotto questo nel design della lampada GUEST?

La lampada GUEST è conforme al primo principio dell’eco-design: ridurre. In questo caso, la multifunzionalità della lampada contribuisce a ridurre il numero di elementi da utilizzare in una stanza: luce e tavolo nello stesso oggetto.

3. Secondo la rivista “T magazine” del New York Times, il fatto che il suo studio si trovi a Bañolas, una piccola cittadina della provincia di Girona, le permette di creare e realizzare disegni ‘primi piani’ senza avere fretta. Quanto è importante per lei?

Per me è indispensabile. Al giorno d’oggi sei collegato in modo permanente, quindi non sei mai isolato, prendo solo le distanze. Vivere nel villaggio mi aiuta a sfruttare al meglio il mio tempo e a trascorrerlo dove ce n’è più bisogno; nella stessa giornata posso andare a nuotare la mattina, accompagnare i miei figli a scuola, lavorare 9 ore e tornare a casa in tempo per stare con la mia famiglia.

4.Nel tuo profilo Instagram (@andreucarulla) possiamo trovare pezzi di ogni tipo su cui stai lavorando. Dove trovi l’ispirazione?

È una domanda ricorrente, infatti credo che l’ispirazione “divina” non esista, tutto deriva dal duro lavoro e dall’osservazione malaticcia dell’ambiente. Sono un osservatore compulsivo.

(Commenting: OFF)

Espacio Princesa è un nuovo punto della guida AD

Lo showroom di Faro Barcelona, situato presso la Calle Princesa 52 a Barcellona, è appena entrato a far parte della prestigiosa guida della rivista Architectural Digest.

La guida raccoglie i migliori luoghi del design della Spagna, tra i quali si incontrano uffici, negozi, ristoranti e hotel, e che hanno in comune la caratteristica di essere siti di grande interesse sia per il design dei loro interni, sia per le attività che si svolgono in essi. Interessi affini a quelli dei lettori di questa rivista, punto di riferimento del settore, la quale offre un panorama completo dei “luoghi realmente unici ed eccezionali”. Espacio Princesa è il nucleo creativo di Faro Barcelona, un locale in stile modernista, ristrutturato per poter accogliere designer, studenti e artisti di altre discipline ed esporre i modelli più esclusivi della marca. Un allestimento moderno ispirato alla città ed alle sue molteplici correnti artistiche.

Espacio Princesa condivide il protagonismo con il negozio di oggetti per l’illuminazione BioscaBotey, dove è possibile incontrare altri grandi marchi del design della luce.

Entrambe le marche, ora, sono presenti nella guida AD.

(Commenting: OFF)

La spedizione sostenibile è possibile con Faro Barcelona e Nozama Green

Qualche mese fa abbiamo chiuso l’accordo di collaborazione con Nozama Green, l’azienda che rende possibile la consegna sostenibile dei nostri ordini grazie all’utilizzo di veicoli senza emissioni.

Con Nozama Green rendiamo anche più facile per tutti i nostri clienti la raccolta degli imballaggi e dei rifiuti domestici in modo che siano riciclati correttamente e non finiscano nei nostri mari o nelle nostre foreste.

Questo nuovo servizio risponde al nostro impegno per l’ambiente e al nostro desiderio di continuare a promuovere uno dei nostri valori più importanti: la sostenibilità. Nozama Green è un esperto di riciclaggio, che si assicura che sia fatto nel modo giusto. Questo lavoro è svolto da persone a rischio di esclusione sociale con l’obiettivo di dare loro un lavoro e una vita dignitosa.

Con l’intenzione di estendere il campo di applicazione ad altre città, questo servizio è disponibile a Barcellona. L’obiettivo è quello di contribuire alla riduzione dei rifiuti e delle emissioni nocive per l’ambiente e quindi di prendersi cura del nostro pianeta.
(Commenting: OFF)

Trucchi per l’illuminazione di una terrazza

Seguiamo i consigli del nostro team di progetto che, come la maggior parte di noi, è desideroso di godersi anche l’esterno della casa, qualunque sia la sua dimensione.

Così questa volta hanno guardato le terrazze e i piccoli balconi e per illuminarci ci danno i seguenti trucchi:

1. Tutti gli spazi esterni possono essere illuminati, indipendentemente dalle loro dimensioni e possono essere utilizzati. Devi solo trovare ciò che lo rende speciale.

2. Se non avete molto spazio, potete scegliere di posizionare le luci nei vasi con i paletti. Al Faro Barcelona consigliamo il modello SETH, che, se installato con l’illuminazione rivolta verso terra, evita l’abbagliamento e crea una piacevole atmosfera.

3. Un’altra opzione per i piccoli spazi sono le lampade portatili ricaricabili. Poiché funzionano senza cavi, è possibile posizionarli e spostarli a seconda dello spazio e della necessità. Un esempio dal catalogo del Faro di Barcellona è la lampada TAKE AWAY che, non essendo particolarmente adatta all’esterno, se inizia a piovere dovrete entrare! 4. Più grande è lo spazio, più opzioni avrete. Per le terrazze più grandi, dove c’è uno spazio simile a un portico per mangiare, si possono scegliere le giuste lampade a sospensione per l’esterno. Se è una zona ventosa, è meglio installarle con una barra fissa. E per il resto delle aree per il tempo libero, sia le lampade a sospensione che quelle da terra sono una buona soluzione.

5. All’esterno è necessario evitare di utilizzare le applique che proiettano la luce in modo diretto. Il team di progetto raccomanda di installare le luci per segnaletica da incasso direttamente a parete. Questi proiettano una luce molto tenue, possono essere lasciati accesi tutto il giorno perché hanno un consumo molto basso, e creano un effetto molto bello anche quando li vediamo dall’interno.

(Commenting: OFF)

Riapertura di Espacio Princesa

BENVENUTI RITORNO!


LO SPAZIO DELLE PRINCIPESSE È MOLTO PIÙ DI UNO SHOWROOM.
È LO SPAZIO DELLA CREAZIONE E DELL’INCONTRO DEL DESIGN E DELLO SPIRITO DI FARO BARCELLONA.
VI RIAPRIAMO LE PORTE PER FARVI VENIRE A VEDERE IL MEGLIO DELLA NOSTRA COLLEZIONE.



Per Faro Barcelona la cosa più importante sono le persone, la loro salute e la loro sicurezza. Per questo motivo, abbiamo adottato tutte le misure sanitarie raccomandate dalle autorità: c’è un controllo della capacità per favorire la distanza tra i visitatori, gel idroalcolico disponibile in tutti gli spazi e un servizio di pulizia regolare e rigoroso delle strutture. Abbiamo anche stabilito l’uso obbligatorio della maschera e raccomandiamo ai visitatori di non toccare i prodotti e di pagare con carta o senza contatto per effettuare gli acquisti.


VENITE A TROVARCI
Calle Princesa, 52. Barcelona
Da lunedì a venerdì dalle 10 alle 18:30h.

(Commenting: OFF)

Come scegliere il ventilatore da soffitto

Se ci conoscete da molto tempo saprete che la nostra vasta gamma di ventilatori da soffitto è una delle migliori sul mercato. Attraverso i nostri progettisti di ventilatori, offriamo comfort e benessere in casa e risparmio energetico. L’energia consumata è inferiore a quella di altri sistemi di condizionamento dell’aria.

Prima di scegliere un ventilatore, è importante sapere che non è un sostituto dell’aria condizionata, si consiglia l’uso complementare di entrambi.

La maggior parte dei nostri ventilatori ha due funzioni: la funzione estiva, che inizia se le pale girano in senso orario e forniscono aria fresca e una piacevole brezza, e la funzione invernale. Quest’ultimo si attiva ruotando le lame in direzione opposta e aiuta il sistema di riscaldamento eliminando la stratificazione dell’aria calda. Cosa bisogna considerare quando si sceglie un ventilatore?

– L’altezza della stanza: ci deve essere un’altezza minima di 2,3m dal pavimento alle lame, e per altezze superiori non può superare i 2,8m. Se questi intervalli non vengono mantenuti, il ventilatore perde efficienza.

– I metri quadrati della stanza: – Lo stile del ventilatore: nel nostro catalogo troverete molte opzioni di stili e finiture, sia delle strutture che delle pale. Scegliete quello che meglio si adatta alla decorazione del vostro spazio.

Guardate il video della nostra TV Instagram!
(Commenting: OFF)